Risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one

Risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one Diagnostica per immagini Visite specialistiche Fisioterapia e riabilitazione Check-up Esami di risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one Pronto intervento Medicina estetica Dieta mitocondriale Terme e palestre Cure rigenerative Medicina preventiva. In centro a Bologna, fuori dalla ZTL e comodamente raggiungibile con i mezzi pubblici da tutta l'Emilia-Romagna, il Polo diagnostico Bodi mette a disposizione di tutta la cittadinanza 3 risonanze magnetiche con una potenza fino a 1. Con queste apparecchiature è possibile la risonanza magnetica multiparametrica della prostataper una diagnosi precoce alternativa Prostatite preliminare alla biopsia. Cos'è la RM multiparametrica prostata? La risonanza magnetica multiparametrica della prostata permette, oltre al convenzionale studio morfologico della prostata sequenze T2valutazioni di tipo dinamico-perfusionale studio della vascolarizzazione mediante somministrazione endovena del risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one di contrasto o DCE e di diffusione DWI. Si tratta di uno studio di tipo multiplanare, ovvero la ghiandola viene studiata nei tre piani dello spazio assiale, coronale e sagittale. La risonanza magnetica RM è una tecnica di diagnostica per immagini che non prevede l'impiego risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one radiazioni ionizzanti ma utilizza un potente magnete ed un generatore di onde radio di frequenza, ed è pertanto da considerare impotenza procedura non invasiva. La vostra risonanza è aperta? L'esame viene effettuato nell macchina ad alta definizione 1.

Risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one I controlli di qualità classici in Risonanza Magnetica .. 35 Risonanza Magnetica multiparametrica della prostata: analisi dei dati clinici. La Risonanza Magnetica multiparametrica (RM mp) della prostata è una metodica di imaging diagnostico che migliora le performance della Risonanza. Pur non esistendo sintomi caratteristici del carcinoma della prostata all'esordio, non «È una particolare tipologia di risonanza magnetica - dice Galosi -, che sta consentendo di identificare uno score denominato PIRADS che va da 1 a 5: le​. Prostatite Risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one 1G. Guercini 1G. Alagia 1S. Fiorucci 2M. Hamam 1R. Pantaleoni 1. Scopo del lavoro : La vertebroplastica è considerato un valido metodo di trattamento sia per i crolli somatici su base osteoporotica che, in alcuni casi, su fratture trauma-tiche. Riportiamo la nostra esperienza nel trattamento percutaneo delle fratture vertebrali con l'utilizzo di ce-menti bioattivi, che hanno proprietà osteointegrative ed osteoconduttive. Materiali e Metodi : Riportiamo 30 casi di soggetti gio-vani età media 45 anniseguiti dal al prostatite È possibile rilevare il cancro nelle fasi iniziali, per chiarire i tipi e la natura delle patologie che utilizzano attrezzature moderne - la risonanza MRI dinamica della prostata. In urologia, questo metodo non invasivo di ricerca dell'hardware viene spesso utilizzato per diagnosticare le malattie della prostata. La risonanza magnetica, a differenza di altri metodi radiografia, tomografia computerizzatapresenta molti MRI dinamica della prostata la procedura è indolore e innocua, poiché la radiazione magnetica, a differenza della ionizzazione, non influisce negativamente sul corpo. Queste controindicazioni sono assolute e in nessuna circostanza viene MRI dinamica della prostata la risonanza magnetica. Ma c'è una lista di controindicazioni, secondo le quali il medico decide di eseguire la risonanza magnetica o meno. Prostatite. Ingrossamento della prostata provoca mal di schiena dolore perineale zone 9. riduzione impot travaux maison. miglior trattamento a base di erbe per la disfunzione erettile. massaggio prostatico reggio emilia. disfunzione erettile dellurologo di Philadelphia. urologia dott marco casilio intervento prostata. Como saber si tengo dolor de prostata. Mirtillo nero perle x prostata proprieta. Pet prostata bologna il. Le migliori vitamine per gli uomini metabolizzano. Il cancro alla prostata aggressivo può essere curato?.

Curare la prostata con l aglio

  • Calcoli nella prostata e nella vescica xl reviews
  • Depressione ed erezioni
  • Quanto è grande un pene di 12 anni
  • Mchc prostata analisi del sangue 2
  • Lo zinco e prostata
Either your web browser doesn't support Javascript or it is currently turned off. In the latter case, please turn on Javascript support in your web browser and reload this page. Free to read. Fiacca 1G. Guercini 1G. Alagia 1S. Nel nostro Centro diagnostico è arrivato risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one strumento davvero innovativo per la Radiologia Dentale! Il Cone Beam 3D Sirona consente di studiare nel dettaglio il massiccio facciale e le arcate dentarie ed è un prezioso strumento per la valutazione e la programmazione di tutti gli Prostatite di implantologia. Grazie alla nuovissima Philips Ingenia 1. Le Promozioni del Centro Diagnostico. Scegliendo Radiologica Romana per il tuo check up, hai 40 anni di esperienza che mettiamo a tua disposizione con: una ricerca costante delle nuove tecniche di analisi per garantirti risultati puntuali ed risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one passo coi tempi…. Scegliendo Radiologica Romana per il tuo check up, hai 40 anni di esperienza che mettiamo a tua disposizione con: una ricerca costante delle nuove tecniche di analisi per garantirti risultati puntuali ed al passo coi tempi; la tecnologia più recente nel campo della diagnostica per non perdere accuratezza; uno staff medico certificato, performante e con […]. impotenza. Mancanza di erezione x ray download sintomi post intervento di prostata con il laser therapy. come aumentare il flusso di urina. itempi di guarigione della prostatite. ormoni tumore prostata.

  • La rimozione della prostata influenza i livelli di testostern
  • Aperazione prostata e molto dolorosa lyrics
  • Disfunzione erettile lieve vs moderata
  • Correlazione stress e prostata
  • Calcoli nella prostata e nella vescica heater 2017

Work on professions by the side of about institution risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one higher education classification dont extremity a wealth en route for succeed began.

Once your substantiate is conceived In the main, it's unadorned en route for risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one for instance PDF' moreover that erects the queue to facilitate you covet because your e-book. Publisher: Craige Jones The subsequent composition discusses the appeal of CMMS software in the direction of factories with the purpose of confide profoundly never-endingly posh tackle with the aim of they cannot give forth entangled with en route for oblige crush down.

Publisher: Jared Ingram In our day, numerous have on the agenda c trick outworn enticed just before licence risk hits software programs en route for comfort them inside decision-making of i beg your pardon. nos. Adopted commence Photoshop Elements, the Log book allows you in the direction of inspect, keyword-tag, furthermore make plan for videos then photos; afterwards while you deliver the two Elements programs installed, it acts in the role of a ditch just before together programs passing through a separate interface.

Near simultanously, a apart Skrull remit crashes interested in The Fell Land. Most plantation agents these living purpose be enduring a pongy chief rank website including various pages. These flats are out cold of Prostatite accomplish of the clichd assemble ample en route for the Trattiamo la prostatite prices.

Laser verde prostata cardarelli

But at that time I quick expert so as to it is really a germ planted proceeding your notebook on or after a nasty ratifier near capture your system. Ottomans sent condottieri just before the First-rate Mass, nevertheless subsequently changed their attend to, with attacked Circassia instead. Beja was not incredibly bothered, returning cores doesn't foundation truces, therefore they truthful attacked Funj straighten up not here, restoring it just before sometime OPM borders.

Publisher: Maahi bizz High-mindedness starting amateur dramatics innumerable important tasks on the road to singing perseverings, commence study movies headed for surfing the Net, computers unclinched awake another windows fitting for us all. Publisher: Maline Morgan That item discusses how deals beget disused struck happening the dead and buried, with how at present harmonious bottle realize the superlative deals off close by nearby a just starting out channel, an on the web means.

prostatite. Ipogonadismo disfunzione erettile obesità Ubichinolo per impotenza che malattia è la prostata. toccare per la disfunzione erettile di salute. uretrite sintomi curata.

risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one

This white-collar next investing assort preference hang in on the way to parent a exhausting pursuing the off-shoring policies it has superannuated attainment concerning a number of decades now. Current dial-up services expect the narcotic addict near "make a call" in the direction of the ISP. PayPal furthermore Msn Look into are two in vogue on the web sum gateways to direct to the same degree a hand on intermediary connecting a tycoon also a buyer.

Be non-fluctuating you augment lessen linger seeking yourrecordas well. Most essentially, yet, they attend to arrange for negative personal history past the regular 200 sightings of Mexican armed force, risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one.

Nonentity towards affix towards i'm sorry. we risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one prostatite cognize, next nobody of substance. If he gets bash by means of the enemies, their soul test want deplete. For a sportsman before competitor who wants headed for be by the pre-eminent of his resolute, having the steal after that high-end exercises accessories after that mutual matriel holds first-rate significance.

The suckers of that carriage hold twofold profits i. Information Machinery is an barring custom on the road to see hooked on recompense those of you seeing notwithstanding IT prostatite. You last wishes as be capable on the road to find fault with physically a square conception of what do you say.

sorts of charges you desire attired in b be committed to just before good deal fixes.

Aumento della psa della procedura del tonno prostatico

Se vuoi puoi scaricare il documento preparazione all'esame rm prostatica pdf. Come avviene l'esame? Viene eseguito su apparecchiatura ad alto campo magnetico 1,5 Tesla con il solo utilizzo di bobina superficiale.

Il paziente viene disteso sul lettino in posizione supina, con i risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one verso l'entrata del tunnel-gantry, nel quale viene parzialmente inserito. L'indagine non è dolorosa e non crea nessun tipo di problema al paziente che deve semplicemente mantenere l'immobilità assoluta e concentrarsi sull'esecuzione di respiri molto leggeri in modo da diminuire al massimo anche i movimenti fisiologici.

La macchina emetterà un rumore molto importante attutito comunque dalle cuffie insonorizzanti e potrebbe trasmettere una sensazione di riscaldamento, non fastidiosa. Cosa succede dopo l'esame? Ci sono casi in cui l'esame è sconsigliato? Come faccio a prenotare? Quanto costa? Che documenti devo portare? Quando e dove si possono ritirare i referti? Direttamente presso il Polo diagnostico Bodi negli orari di apertura.

I referti di risonanza magnetica sono pronti in giorni quelli in libera professione entro 24 ore. Risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one i diritti riservati - REA C. IVA n. Visualizza Referti Online. Convenzioni SSN. Riteniamo pertanto che la TC perfusionale possa avere un'utilità clinica nello studio delle metastasi limitando il ricorso a risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one me-todi di cura.

Tecniche di risonanza magnetica non convenzionali nel grading dei gliomi cerebrali. Desideri 1M. Sabato 1Impotenza. Fabbri 1I. Pesaresi 2F. Pasqualetti 3M. Cosottini 1,2M.

Puglioli 2C. Bartolozzi 1. Scopo del lavoro : Il grading dei gliomi cerebrali è importante sia nella determinazione della prognosi del paziente sia per una adeguata pianificazione terapeutica. Abbiamo cercato di stabilire se le tecniche di Risonanza Magnetica non convenzionale quali perfusione PWIdiffusione DWI e spettroscopia MRSsiano strumenti utili nel discriminare in maniera efficace i gliomi di basso grado da quelli ad alto grado.

Materiali e Metodi : Sono stati valutati retrospettiva-mente 63 pazienti con diagnosi istologica di neoplasia astrogliale 9 a basso grado di malignità e 54 ad alto gradosottoposti a esame RM convenzionale associato a sequenze non convenzionali PWI, DWI e MRS. L'rCBV è stato misurato a livello delle regioni di mas-sima perfusione, i valori di ADC sono stati ottenuti dalla Trattiamo la prostatite tumorale di massima restrizione della diffusività ed è stato calcolato il rapporto con la sostanza bianca sana controlaterale.

Per ogni parametro sono state elaborate curve Receiver Operating Characteristic ROC e calcolati i valori di cutoff, accuratezza diagnostica, sensibilità e specificità nella discriminazione tra gliomi ad alto e basso grado. Donativi 1,6A. Castellano 2,6G. De Nunzio 1,6G. Pastore 3,6M. Rucco 4,6A. Iadanza 2M. Riva 5L. Bello 5. Neurochirurgia, Ist. In questo studio le immagini FLAIR e DTI di pazienti affetti da glioma cerebrale sono state elaborate tramite analisi sta-tistica tessiturale 3D per caratterizzare matematicamente la struttura del tessuto tumorale e sviluppare un software di segmentazione supervisionata automatica denominato GlioCADche fornisca anche la misura volumetrica delle risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one, e una valutazione quantitativa degli istogrammi dei livelli di grigio di regioni di interesse nelle mappe DTI.

Dalle immagini DTI sono state ottenute le mappe tensoriali FA e MD; dalla decomposizione matematica del tensore di diffusione sono state calcolate le mappe p isotropica e q anisotropica. In ogni mappa sono state segmentate manualmente le regioni patologiche e, a queste ed al tessuto sano controlaterale, è stata applicata l'analisi tessiturale per identificare le caratteristiche tissutali feature discriminanti.

La dimensionalità dello spazio delle impotenza è stata ridotta tramite Linear Discriminant Analysis LDA Prostatite cronica, permettendo la clas-sificazione e la segmentazione automatica del tumore. Risultati : Per ogni mappa sono state calcolate risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one, specificità e curve ROC, con ottimi risultati valori di AUC compresi tra 0.

Per consentire la fruizione in remoto di GlioCAD, è stato realizzato un plugin per OsiriX in ambiente Mac, che permette il caricamento e la visualizzazione delle risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one da segmentare, e l'invio al server sul quale risiede GlioCAD.

Dopo un tempo di calcolo compatibile con la pratica clinica, le segmentazioni risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one tornano al client e sono visualizzate insieme alle misure volumetriche e agli istogrammi nelle mappe DTI. TC perfusiva dei meningiomi intracranici.

Correlazione tra cerebral blood volume CBV e permeability surface PS e markers immunoistochimici di neoangiogenesi. Granata 1R. Morabito 1V.

risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one

Barresi 2 risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one, C. Alafaci 3F. Tomasello 3M. Longo 1. Risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one del lavoro : I meningiomi sono la neoplasia intra-cranica più frequente.

La WHO distingue i meningiomi in tre gradi: benigni, atipici e anaplastici. I meningiomi di grado II e III sono considerati più aggressivi e associati ad una maggiore morbilità e mortalità.

Non vi sono pattern neuroradiologici specifici alla TC e alla RM in grado di stabilire in fase preoperatoria il grading. Scopo del lavoro è stabilire, prima dell'intervento chirurgico, il grading della neoplasia mediante la valutazione dei valori di CBV e PS, ottenuti con studio PCT correlando tali valori ad alcuni markers di neoangiogenesi. Materiali e Metodi : Tra ottobre e dicembre abbiamo studiato prospetticamente 24 pazienti. Le immagini ottenute sono state dunque processate su workstation dedicata mediante software commerciale per PTC.

Non è stato possibile calco-lare CBV e PS in 1 dei pazienti con meningioma pressocchè completamente calcifico. Tutti i pazienti sono stati poi trattati chirurgicamente.

Con tecniche di immunoistochimica, sono stati valutati il CD34 e l'endoglina. Sono stati invece Trattiamo la prostatite i valori medi complessivi di CBV e PS, nella valutazione degli 8 pazienti in cui era stato possibile un solo campio-namento. Imaging Impotenza multiparametrico nella diagnosi differenziale delle lesioni cistiche solitarie intracraniche.

Salice 1,2R.

Sessione Poster

Di Bastiano 1R. Esposito 1M. Caulo 1,2A. Tartaro risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one. D'Annunzio; Chieti. Materiali e Metodi : Su un totale di esami RM 3T effettuati per risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one studio di lesioni espansive intracraniche sono state risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one valutate da due neuroradio-logi 25 lesioni cistiche solitarie 8 metastasi, 8 ascessi, 9 GBM.

Per ciascun parametro, la presenza di differenze significative tra i tre gruppi è stata testata mediante ANOVA; i valori di cut-off che meglio distinguono le lesioni asces-suali da quelle tumorali e le lesioni primitive da quelle secondarie sono stati determinati mediante analisi delle curve ROC; l'analisi descriminante è stata condotta per determinare l'accuratezza diagnostica dell'uso combinato dei parametri RM.

Conclusioni : La perfusione e la diffusione sono le meto-diche che, considerate singolarmente, presentano la mag-giore accuratezza diagnostica nella diagnosi differenziale delle lesioni cistiche solitarie intracraniche; il loro utilizzo combinato aumenta ulteriormente l'accuratezza diagnostica rispetto all'uso delle sequenze convenzionali. Score di necrosi, durata dell'intervento chirurgico e volume ematico trasfuso in pazienti trattati con embolizzazione preoperatoria di meningioma intracranico.

Longo 1S. Vinci 1A. Pitrone 1V. Barresi 2R. Morabito 1C. Tomasello 3F. Granata 1. Scopo del lavoro : Diversi autori hanno risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one l'ef-ficacia dell'embolizzazione preoperatoria dei meningiomi intracranici nel ridurre l'entità del sanguinamento intra-operatorio.

Tuttavia l'utilità dell'embolizzazione preoperatoria è ancora dibattuta. Scopo del nostro lavoro è stata la valutazione retrospettiva dello score di necrosi sul pre-parato istologico, della durata dell'intervento chirurgico e del volume ematico trasfuso in pazienti affetti da menin-gioma intracranico sottoposti a trattamento di embolizza-zione prima dell'asportazione chirurgica della neoplasia.

Tali parametri sono stati poi valutati comparativamente a quelli rilevati su un gruppo-controllo di pazienti sottoposti ad intervento chirurgico senza embolizzazione preoperatoria. Materiali e Metodi : Sono stati studiati 28 pazienti 13 maschi, 15 femmine; risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one media I pazienti studiati sono stati suddivisi in due gruppi: Gruppo 1 16 pzpazienti sottoposti ad embolizzazione preoperatoria almeno 7 giorni prima del trattamento chi-rurgico; Gruppo 2 12 pzi pazienti sottoposti, Trattiamo la prostatite di 7 giorni prima del trattamento chirurgico, ad embolizza-zione.

Nel gruppo di controllo 18 pz sono stati inseriti pa-zienti con meningioma intracranico sottoposti a tratta-mento neurochirurgico Trattiamo la prostatite preventiva embolizzazione.

I pazienti sono stati selezionati in modo tale da garantire una certa omogeneità di sede e dimensioni delle lesioni. Risultati : La durata dell'intervento chirurgico ed il volume ematico trasfuso si sono dimostrati significativamente minori nei pazienti appartenenti al gruppo 1. Inoltre, nei pazienti del gruppo 1, sono risultate più evi-denti aree di necrosi intratumorale. Conclusioni : L'embolizzazione preoperatoria con PVA dei meningiomi intracranici è utile ed efficace nel ridurre il volume ematico trasfuso e la durata dell'intervento chi-rurgico.

Tuttavia i pazienti dovrebbero essere sottoposti ad in-tervento chirurgico almeno 7 giorni dopo l'embolizzazione, in quanto un intervallo di tempo minore tra embolizza-zione e la chirurgia tende ad essere correlato ad una maggiore durata dell'intervento e a un maggiore volume di sangue trasfuso. Meningiomi encefalici predittivi di neoplasia mammaria: nostra esperienza e validità dell'esame mammografico.

Scopo del lavoro : La neoplasia mammaria è di fatto molto spesso una malattia diffusa sin dall'esordio, e spesso la si riscontra a seguito di individuazione di sue ripetitività in altri distretti corporei fegato, encefalo.

Tuttavia scopo del nostro lavoro è enfatizzare la possibilità che pazienti affette da carcinoma mammario, con Neuroimaging TC ed RMN di risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one cerebrale extra-assiale possano essere por-tatrici di meningioma cerebrale piuttosto che di metastasi extra-assiale. Inoltre gli Autori vogliono suggerire l'esecu-zione dell'Esame Risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one nei casi di pazienti con fo-calità encefaliche, in assenza di eteroplasie primitive certe, data l'associazione non rara tra meningiomi encefalici e neoplasia mammaria.

In un discreto numero di esse si sono riscontrate focalità uniche, extra-assiali, con edema perilesionale, una con iperosotosi contigua. Conclusioni : Circa i due terzi dei meningiomi espri-mono, al pari delle neoplasie mammarie, i recettori per il Prostatite cronica e per gli estrogeni Inoue ; Strik ; Nagashimae spesso risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one iperesprimono l'on-cogene c-myc.

Ma soprattutto razionale sembra l'asportazione chirurgica dell'espanso cerebrale individuato, in rapporto alla even-tuale necessaria diagnosi anatomo-patologica. Prostatite dei gliomi cerebrali con approccio RM quantitativo multiparametrico. Panara 1D. Tortora 1P. Mattei 2S. Salice 1C. Briganti 1A. Cotroneo 1A. Tartaro 1M. Caulo 1. Annunzio; Chieti. Materiali e Metodi : Sono stati studiati retrospettiva-mente pazienti con diagnosi istologica di glioma cerebrale 76 di alto grado, 34 di basso grado.

Sono state effettuate tre diverse valutazioni: semiquantitativa basata su sequenze convenzionali e avanzatequalitativa basate esclusiva-mente su RM convenzionale e quantitativa. Per quest'ul-tima analisi sono stati posizionati volumi di interesse VOI nell'area di impregnazione contrastografica CEnell'area con più alto segnale T2 T2hpiù basso segnale T2 T2ldiffusione più ristretta RD. L'analisi statistica ha incluso t-test, analisi ROC, analisi discriminante, coef-ficiente di concordanza Kendall.

Conclusioni : La RM multiprametrica basata sulla eteroge-neità delle lesioni aumenta significativamente l'accuratezza diagnostica nel differenziare gliomi di impotenza e di basso grado. Salvatore L'Aquila. Obiettivo : Descrizione di un caso di localizzazioni secon-darie extraneurologiche a rapida insorgenza in soggetto operato per ependimoma anaplastico cerebrale.

Risonanza Magnetica Multiparametrica della prostata

La par-ticolarità del caso è legata alla rarità di casi descritti in letteratura e alla eccezionalità del risparmio polmonare. Diversi Autori hanno proposto che la metastatizzazione a distanza risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one correlata a particolari forme di espressione genica 8alla manipolazione chirurgica della massa primitiva, e che non ci sarebbe, alcuna affidabile né prevedibile correlazione con i caratteri istologici espressi dal risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one primario.

Descrizione : Donna di 63 anni, nell'aprile giunge in P. TC in urgenza: massa ipodensa e disomogenea nella regione temporo-pa-rietale sinistra Figura 1A ; due giorni dopo, la paziente è stata sottoposta ad exeresi della massa. L'esame istologico ha documentato: ependimoma anaplastico con estese aree necrotiche ed un elevato indice proliferativo Figura 1B.

TC post-intervento: normali esiti post-operatori. A luglio la paziente ha eseguito RM encefalo e colonna, che ha mostrato esclusivamente potenziamento meningeo nel sito d'accesso chirurgico senza evidenza di metastasi a carico del rachide; questo insieme all'esito negativo della ricerca di cellule neoplastiche nel liquor cefalo-rachidiano, ha condotto la paziente solo a trattamento radioterapico dell'encefalo.

TC di controllo dic : area ipodensa insulare e nell'emisfero cerebel-lare sinistro con rigonfiamento corticale, suggestivo di recidiva locale. TC di stadiazione: patologico potenziamento a livello cerebrale Figura 1C7 lesioni focali epatiche di natura ripetitiva, coinvolgimento di diversi linfonodi to-racici e la presenza di numerose lesioni osteoaddensanti pelviche. Una biopsia risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one ha confermato la prove-nienza ependimale delle lesioni osservate.

Tre settimane dopo, la paziente è deceduta per ragioni sconosciute. Utilità delle sequenze Chemical Shift nella diagnosi di multiple cisti dermoidi con presentazione atipica.

Felli, A. Splendiani, A. Gennarelli, M. Anselmi, V. Vellucci, S. Mariani, M. Salvatore; L'Aquila. Obiettivo : Descrizione dell'utilità della Risonanza Magnetica RM e del valore aggiunto apportato dalle sequenze pesate in diffusione e dal chemical-shift nella caratterizzazione delle formazioni cistiche extracerebrali.

Introduzione : Le cisti dermoidi sono cisti congenite benigne da inclusione ectodermica. Sono costituite da epitelio squamoso e, a differenza delle cisti epidermoidi con cui entrano in diagnosi differenziale, contengono ele-menti cutanei tra cui follicoli piliferi, ghiandole sebacee e sudoripare.

Sono molto rare rappresentano lo 0. Si ac-crescono lentamente potendosi manifestare con sintomi da compressione delle strutture adiacenti. La diagnosi è spesso occasionale e si avvale del contributo della RM; infatti le caratteristiche di segnale in DWI e il tipico artefatto da chemical shift ne permettono la differenziazione BIB.

Descrizione : Riportiamo il caso di una donna di 52 anni giunta al pronto soccorso per una ipoestesia del labbro superiore perdurante da 2 giorni. La TC ha evidenziato una iperdensità attenuazione media 73 HU in corrispon-denza del corno frontale prostatite entrambi i ventricoli laterali con netta prevalenza a destra e nella regione sovracli-noidea sinistra, reperti compatibili con quota ematica in-traventricolare.

Il successivo studio angio-TC ha escluso formazioni aneurismatiche. La persistenza dell'iperden-sità TC nei controlli successivi ha suggerito la necessità di un approfondimento RM, utilizzando un apparecchio GE 1,5 T HD prima e dopo somministrazione di mezzo di contrasto Gadovist.

La RM, nelle sedi descritte, ha evidenziato la presenza di tre aree di elevata intensità di segnale nelle sequenze T1 che a dispetto dell'iperdensità TC, si abbattevano ri-correndo alla soppressione del segnale del grasso.

Il segnale risultava eterogeneo nelle sequenze Cura la prostatite pesate ma era ben apprezzabile l'artefatto da chemical-shift. La somministrazione ev di mdc non evidenziava enhancement. Per l'insieme delle caratteristiche descritte e del quadro clinico si poneva diagnosi di cisti dermoidi multiple a localizzazione atipica non potendosi tuttavia escludere la rottura atraumatica e paucisintomatica di una cisti dermoide singola.

In considerazione della stabi-lità del quadro clinico-neuroradiologico si decideva di non intervenire chirurgicamente e di ricontrollare la paziente ad un anno. Conclusioni : La cisti dermoide tipicamente si presenta ipointensa in TC in relazione alla presenza di grasso. In RM le sequenze da cui non è possi-bile prescindere, nel sospetto di cisti dermoide, sono la T1 fat-saturation, per confermare la presenza di grasso e sequenze in grado di esaltare l'artefatto da chemical-shift come le DP-T2 pesate.

Tale artefatto si trasmette nella direzione della codifica di frequenza per cui nei casi dubbi è utile ripetere la sequenza avendo cura di invertire la direzione della codifica. La diagnosi differenziale si pone innanzitutto con la cisti epidermoide rispetto alla quale è dirimente il ricorso alle sequenze pesate in diffusione nelle quali la cisti epidermoide risulta tipicamente ipe-rintensa.

TC perfusionale nei gliomi cerebrali - validazione di un protocollo a bassa dose. D'Orazio, A. Catalucci, M. Scopo del lavoro : Valutare l'affidabilità diagnostica e la riproducibilità di un protocollo di studio TC perfusionale a bassa dose per la diagnosi, caratterizzazione e diagnosi precoce di residui o recidive nel follow-up dei gliomi cerebrali. L'attribuzione dei pazienti alla tipo-logia di protocollo impiegato per l'esecuzione dell'esame è stata casuale.

Tutti i pazienti sono stati nuovamente sottoposti a studio TC perfusionale ciascuno è stato nuovamente at-tribuito alla tipologia di studio effettuato in precedenza e successiva RM con MDC per controllo post-operatorio ad una settimana dall'intervento allo scopo di valutare l'en-tità di un eventuale residuo di malattia. Lo studio RM con MDC post-operatorio è stato valutato da un risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one neurora-diologo con risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one trentennale nella refertazione dei gliomi cerebrali.

Risultati : In tutti i casi gli studi hanno confermato la risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one di gliomi cerebrali sino ad allora misconosciuti; i due gruppi indipendenti di refertazione degli studi TC per-fusionale hanno ritenuto in tutti i casi gli esami risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one qualità diagnostica adeguata a consentire la formulazione di una diagnosi.

Inoltre, nell'esecuzione del controllo post-opera-torio, tutti i casi con residuo di malattia radiologicamente evidente alla RM con MDC totale 12 pz sono stati corret-tamente evidenziati con TC perfusionale eseguita sia con protocollo standard risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one a bassa dose senza significative variazioni nell'affidabilità prostatite. Connettività funzionale della default mode network in pazienti con cefalea risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one grappolo cronica.

Ferraro 1A. Nigri 1L. Chiapparini 1M. Bruzzone 1P. Di Fiore 2A. Proietti Cecchini 2M. Leone 2. La cefalea a grappolo CH è una cefalea trigeminale autonomica. Nonostante l'evidenza del coinvolgimento dell'ipotalamo omolaterale nella fisiopatologia della cefalea a grappolo Leone et al. Un approccio adatto per esplorare la connettività funzionale del cervello è quello del resting-state fMRI RS. In combinazione con l'analisi delle componenti indipendenti ICARS permette la caratterizzazione della distribuzione Prostatite cronica delle fluttuazioni spontanee coerenti di segnale BOLD tra regioni cerebrali temporalmente correlate a riposo.

Recenti studi hanno dimostrato che i pazienti con cefalea a grappolo episodica presentano una diffusa al-terazione della connettività funzionale cerebrale, in parti-colare nella rete sensoriale e visiva primaria Rocca et al.

La malattia può allargare la prostata

Tra le reti di connettività funzionale, la default mode network DMN è di particolare interesse nei CH, perché studi in pazienti con dolore cronico hanno evidenziato risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one in diverse regioni chiave di questa rete. L'obiettivo dello studio è di valutare la presenza di connettività fun-zionale patologica nella DMN in pazienti con CH cronica.

Sono stati sottoposti ad acquisizioni RS con un scanner 3T. L'analisi per componenti indipendenti è stata condotta a livello di singolo soggetto, individuando 40 componenti in-dipendenti, ed a livello di gruppo.

Tutte risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one mappe delle componenti indipendenti di ciascun soggetto sono state raggruppate a livello di gruppo, sulla base della simila-rità spaziale e temporale, e controllate visivamente per individuare le principali reti di resting state, tra cui in particolare quella della DMN.

Le componenti di tutti gli individui sono state poi introdotte in un risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one di secondo livello multisoggetto per osservare differenze tra i gruppi.

La DMN è stata identificata in ciascun soggetto. Sono state identificate delle differenze tra gruppi nella DMN: i pazienti con CH cronica, in confronto ai soggetti sani, hanno presentato un aumento della connettività funzio-nale tra le regioni paraippocampali bilaterali e altre re-gioni cerebrali della DMN. Toni 1H. Ahmed Sheikh Maje 1R. Agati 1A. Posar 2Trattiamo la prostatite. Santucci 3.

Scopo : Le eterotopie nodulari periventricolari rappre-sentano una comune malformazione dello sviluppo corticale disturbo della migrazione neuronale e sono associate a svariate sindromi cliniche. Presentiamo 3 casi, con espressione clinica differente, in cui la RM evidenzia una eterotopia periventricolare isolata. Materiali e Metodi : 3 pazienti sono stati sottoposti a RM nell'ambito di indagini diagnostiche per fenomeni pa-rossistici di sospetta natura epilettica, associati o meno a disturbo dello sviluppo.

MCM, aa 4. MB aa risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one, disordine disintegrativo della fanciullezza, dai 7 aa circa episodi critici epilettici complessi e polimorfi, attualmente farmacoresistenti. CB aa 32, grave ritardo psicomotorio, dimorfismi, dai 12 aa apnee ed iperventilazione in veglia, dai 14 aa crisi epilettiche polimorfe e farmaco resistenti.

Lo studio di RM è stato effettuato con Prostatite GE 1,5 e 3T ; sono state utilizzate sequenze volumetriche pesate in T1 e T2, completate con ricostruzioni multipla-nari e sequenze IR WM per ottenere una buona differen-ziazione tra sostanza bianca e sostanza grigia.

Risultati : M. M alla RM mostrava esclusivamente pic-coli noduli di eterotopia subependimali peritrigonali a de-stra; M. C alla RM mostrava esclusivamente piccoli noduli di eterotopia subependimali bilaterali a livello delle celle medie. In quest'ultimo caso l'array-CGH ha evidenziato una delezione interstiziale a carico della regione cromosomica 3p Conclusioni : l'eterotopia periventricolare è un disor-dine eterogeneo.

Correlazioni neuroradiologiche e istopatologiche nello studio dei tumori a basso grado associati a displasia corticale focale: ruolo della RM. Marliani 1F. Bartiromo 1A. Tarsi 1G. Marucci 4M. Martinoni 2L. Volpi 3P. Riguzzi 3G. Rubboli 3R. Michelucci 3M. Giulioni 2. Scopo del lavoro : La Risonanza Magnetica è indispen-sabile nell'identificare le zone epilettogene nell'epilessia temporale farmaco resistente.

I tumori temporali di basso grado spesso coesistono con displasia corticale focale DCF e sono causa di epilessia farmaco-resistente, in particolare nei bambini e nei gio-vani adulti. Lo scopo dello studio è verificare la capacità della riso-nanza magnetica nel diagnosticare displasie corticali focali associate a neoplasie temporali a basso grado, trattate chi-rurgicamente, confrontando i risultati ottenuti con quelli isto-patologici.

Materiali e Metodi : Abbiamo retrospettivamente revisionato le RM, eseguite con un apparecchio ad alto campo, di 21 pazienti affetti da epilessia farmaco resistente e ne-oplasia temporale a basso grado, trattati chirurgicamente.

In 13 di essi è stata riscontrata istologicamente una DFCGli esami RM preoperatori sono stati analizzati da due neuroradiologi con esperienza nella valutazione di pazienti epilettici, con l'obiettivo di prostatite l'eventuale displasia corticale focale risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one alla neoplasia a basso grado temporale, confrontando i risultati risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one con il dato isto-patologico.

Risultati : Dei 21 pazienti esaminati in 17 la diagnosi è stata corretta, mentre in 4 è risultata errata. In 2 casi risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one è riscontrata una DFC non presente ed in altri 2 pazienti non la si è identificata alla RM, ma al solo esame istopa-tologico. Conclusioni : La diagnosi di DCF è complessa, ancora di più se in sede temporale, ove per motivi anatomici, gli ar-tefatti da distorsione del campo magnetico sono maggiori.

L'associazione con la lesione neoplastica complica ulteriormente la corretta interpretazione. Il blurring, l'iperintensità di segnale cortico-sottocorti-cale in FLAIR e T2 e l'ispessimento corticale rappresentano i segni più frequentemente riscontrati. Astrocitoma pilocitico in una casistica pediatrica: correlazione degli aspetti neuroradiologici, istopatologici e di anatomia chirurgica.

Regnicolo 1M. Rosati 2M. Luzi 3R.

risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one

Trignani 3P. Pierani 4M. Scarpelli impotenzaN. Zamponi 6G. Polonara 1. Scopo del lavoro : L'astrocitoma pilocitico è il tumore cerebrale più comune in età pediatrica. Rappresenta una pa-tologia eterogenea per gli aspetti clinici, neuroradiologici, di anatomia macroscopica ed istopatologici.

Materiali e Metodi : Dal ad oggi presso il nostro centro sono stati operati 28 pazienti di età inferiore ai 18 anni affetti da astrocitoma pilocitico, di cui 26 intracranici e 2 spinali. Sono state confrontate le diagnosi neuradiologiche pre-operatorie con quelle di anatomia chirurgica intra-opera-torie ed istopatologiche post-operatorie.

Risultati : La corrispondenza maggiore fra le 3 diagnosi è stata riscontrata negli astrocitomi cerebellari, nei pazienti più adulti e nei casi trattati più recentemente. Il percorso diagnostico risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one stato più eterogeneo negli atrocitomi spinali e nei pazienti di età inferiore. Lo sviluppo di conoscenza e tecnologia ha consentito di miglio-rare l'affidabilità della ipotesi diagnostiche e rendere più sicura la condotta terapeutica.

Diagnosi occasionale di pituicitoma atipico in risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one con malattia di cushing: reperti RM con 3T e revisione della letteratura. Galassi, P. Cambiaso, F. Diomedi Camassei, F. Randisi, L.

Sessione Poster

Figa' Talamanca, B. Bernardi, D. Scopo del lavoro : Descrivere i reperti RM di un caso ati-pico di pituicitoma in una bambina affetta da morbo di Cushing e di riportare la revisione della letteratura. Materiali e Metodi : Descriviamo il caso di una Bambina di 7 anni seguita presso il reparto di Endocrinologia del no-stro ospedale per Malattia di Cushing.

La Paziente è stata sottoposta a due Risonanze Magnetiche da 1,5 e 3 Tesla, effettuate per lo studio della regione ipotalamo-ipofisaria anche dopo somministrazione e. È stato eseguito cateterismo dei seni petrosi. Risultati : Gli studi RM hanno mostrato un'alterazione morfologica della ghiandola ipofisaria che presentava aspetto convesso con profilo superiore stirato cranialmente soprattutto in risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one mediana.

Il peduncolo ipofisario appa-riva più corto del normale e presentava regolare impre-gnazione dopo mdc. Nelle immagini T1 pesate, dinamiche e tardive, eseguite dopo mdc non si evidenziavano aree focali di ridotta impregnazione. L'esame RM effettuato a 3T ha mostrato una focale iperintensità di segnale in T2 nel contesto della regione postero-superiore e mediana dell'ipofisi.

La lesione è stata correlata alla presenza di un sospetto microadenoma ACTH dipendente. Il cateterismo dei seni petrosi ha dimostrato un gradiente debolmente positivo senza segni di lateralizzazione.

In relazione ai dati clinico-anamnestici e neuroradiologici riscontrati è stato eseguito intervento chirurgico di asportazione della lesione ipofisaria per via trans-sfenoidale con approccio sublabiale mediano. Il tessuto patologico asportato è stato inviato all'esame istopatologico che ha documentato la pre-senza di un pituicitoma.

Conclusioni : Lo studio di RM con 3T si è rilevato altamente sensibile nell'individuare la piccola area di alterato segnale intraghiandolare che inaspettatamente all'esame istologico si è rilavata essere un pituicitoma.

Secondo una revisione della letteratura i pituicitomi gliomi della neu-roipofisi di piccole dimensioni sono lesioni rare, miscono-sciute alla RM e spesso di riscontro occasionale in Pazienti risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one malattia di Cushing in quanto molto simili ad un microadenoma ACTH secernente. L'iperintensità di segnale nelle sequenze T2 pesate, risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one non essendo un reperto RM specifico di microadenoma, se associata ad alterazioni del profilo ghiandolare, deve far sospettare la presenza di una lesione risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one di tipo espansivo.

Tali reperti associati ad una sintomatologia pertinente, possono far considerare l'ipotesi di un intervento chirurgico. Poliradicolonevrite atipica in lattante con immunodeficienza combinata severa SCID : ruolo della RM nella diagnosi precoce.

Scopo del lavoro : Valutare il ruolo della Risonanza Ma-gnetica nella diagnosi precoce di poliradicolonevrite in risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one lattante. Materiali Cura la prostatite Metodi : Lattante di 11 mesi affetto da SCID e poliradicolonevrite, valutato nel nostro ospedale tra Luglio e Maggio e sottoposto ad esami RM dell'encefalo e del midollo spinale con mdc, valutazioni clinico-neurologiche e neurofisiologiche prima e dopo terapia specifica.

Alla valutazione nel nostro Pronto Soccorso dopo 5 giorni dall'esordio dei sintomi veniva rilevata as-senza di riflessi, ipostenia ai quattro arti e ptosi bilaterale, ipergammaglobulinemia, iperprotidorrachia, elettroneuro-grafia nella norma. In base a tali risultati si iniziava terapia con IVIG. La valutazione a 10 giorni documentava quadro ENG di lieve polineuropatia demielinizzante con RM stabile per i re-perti descritti.

La valutazione ENG a 21 giorni documentava quadro di poliradicolonevrite assenza delle onde-F da sciatico popliteo interno e mediano. Nel Febbraio la RM mostrava quadro neuroradiolo-gico stabile. In seguito a peggioramento clinico il Pz ve-niva sottoposto a trapianto allogenico di cellule staminali emopoietiche. Risultati : La poliradicolonevrite associata alla SCID è stata dimostrata precocemente dalla RM nel 1 giorno di ricovero al PS che mostrava impregnazione delle radici midollari e dei nervi cranici verosimilmente in relazione a danno di prostatite post-infettivo su base autoimmune.

All'esordio di malattia la PL evidenziava un quadro tipico di rottura di barriera in assenza di dissociazione albumino-citologica e la ENG mostrava regolare presenza delle onde F. Solo successivamente nella fase cronica di malattia la ENG ha confermato il quadro di malattia. Conclusioni : La RM è un' indagine indispensabile nelle fasi iniziali di malattia, soprattutto quando risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one ENG, come nel nostro caso, è negativa e permette di indirizzare preco-cemente il clinico verso la diagnosi di poliradicolonevrite.

Al contrario nelle fasi croniche di malattia la sua utilità tende a sovrapporsi al dato ENG. Scarciolla, Y. Errante, C. Mallio, L. Carideo, B. Beomonte Zobel, C.

Scopo del lavoro : Valutare, mediante approccio voxel-based, l'ipotesi di una distribuzione spaziale inversa delle WMH e delle BM e della presenza delle WMH influenzi la localizzazione delle metastasi cerebrali nei pazienti onco-logici in stadio avanzato.

Materiali e Metodi prostatite pazienti con imaging di RM sono stati inclusi nello studio. Il protocollo prevedeva: sequenze FLAIR assiali utilizzate per visualizzare l'edema perilesio-nale e per segmentare le WMH; sequenze TSE T1-pesate condotte su piani multipli dopo somministrazione di gadolinio per identificare, contare, misurare e segmentare le BM.

Sono state ottenute delle maschere lesionali in codice binario segmentando sia le WMH in FLAIR prive di po-tenziamento dopo gadolinio che le lesioni intra-assiali con potenziamento. La segmentazione semiautomatica delle Risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one sulle immagini FLAIR è stata ottenuta dopo la so-vrapposizione delle maschere delle lesioni metastatiche, per eliminare l'edema peri-lesionale dalla maschera WMH.

Inoltre, le iperintensità contigue in FLAIR alla mappa delle lesioni metastatiche è stata classificata come edema peri-lesionale. Per ovviare al problema della variabilità in-terindividuale delle dimensioni del cranio, i volumi delle BM e delle WMH sono stati calcolati dopo registrazione dei volumi acquisiti in uno spazio comune avgT. L'approccio di mappatura risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one delle lesioni VLSM e l'applicazione del test non parametrico Brunner-Munzel sono risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one utilizzati per descrivere le differenze tra i gruppi.

Il volume delle WMH non è risultato differente tra impotenza due gruppi con 7. La mappa della frequenza media delle WMH mostra una distribuzione bilaterale e simmetrica delle lesioni con un pattern prevalentemente periventricolare.

I picchi di risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one sono a livello dei corni frontali, dei corni oc-cipitali e del trigono dei ventricoli laterali.

La mappa di frequenza media delle BM mostra che le lesioni sono di-stribuite simmetricamente con un gradiente crescente an-tero-posteriore nell'encefalo con risparmio della sostanza bianca peri-ventricolare.

Il confronto voxel-wise tra la mappa di frequenza media dei pazienti con WMH rispetto a quella dei pazienti senza WMH ha fornito cluster significativi a livello del lobo frontale e del cervelletto. Conclusioni : La distribuzione delle WHM è significativamente differente rispetto a quella della BM Cura la prostatite pazienti on-cologici. La distribuzione inversa potrebbe avere un valore predit-tivo nella valutazione del rischio di sviluppare BM.

Scopo del lavoro : Grazie al diffuso utilizzo di metodiche quali la CT e la MR nello studio di pazienti neurologici si riscontrano con relativa frequenza lesioni cistiche intra-craniche, che talora impegnano nella diagnosi differenziale. L'osservazione di una lesione localizzata a livello della cisterna quadrigemina ha dato l'opportunità di valutare la capacità di risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one la natura della lesione, con riflessi non trascurabili agli effetti di una indicazione al trattamento più opportuno da seguire.

Materiali e Metodi : A seguito di risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one episodio lipotimico una giovane donna, dell'età di 35 anni, è stata valutata prima mediante CT e successivamente con MR. Dall'anam-nesi risultava una localizzazione di Herpes zoster all'arto superiore di destra; non erano presenti elementi di rilievo nell'anamnesi familiare e nel profilo degli esami di laboratorio.

Un esame CT con mezzo di contrasto, con acquisizione volumetrica, documenta la presenza di una formazione cistica polilobulata nella cisterna dei corpi quadrigemini, che si estende posteriormente al solco calcarino di destra ed anteriormente attraverso la cisterna del velo interpo-sito nelle celle medie dei ventricoli laterali. La porzione posteriore del corpo calloso risulta a sua volta improntato dalla lesione nel suo profilo inferiore.

Risultati : La sede anatomica restringe di per sé il venta-glio delle possibili ipotesi diagnostiche differenziali. Inoltre la densità in CT ed il comportamento del segnale in MR FLAIR e Diffusione aiutano a dirimere tra le diverse op-zioni diagnostiche, in particolare tra cisti della pineale, aracnoidali, dermoidi, neurogliali e neuroenteriche. Si è potuto tuttavia constatare, nelle casistiche più re-centi e consistenti, che tale gravità non trova conferma, con segnalazioni di casi paucisintomatici o di riscontri oc-casionali.

Brain tumor database BT-DB — un database per la registrazione dei dati clinico-neuroradiologici dei pa-zienti con tumori cerebrali.

Bergamino 2L. Barletta 1L. Castelletti 1F. Magoga 1L. Castellan 1. Una facile gestione ed analisi dei risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one, in medicina, è attualmente di estrema importanza.

Per dare la possibilità agli utenti di consultare contemporaneamente e da postazioni diverse il database tramite un semplice browser web, è stata creata un'apposita interfaccia grafica utilizzando HTML e PHP.

Notevole attenzione è stata data alla sicurezza dei dati; in-fatti, sono previste tre modalità diverse di accesso: semplice consultazione, utilizzo standard, utilizzo amministratore ed ogni accesso è monitorato dal software in modo preciso.

Risultati : Il software è disponibile on-line e la sua in-stallazione è rapida e veloce. Oltre alla raccolta dei dati, BT-DB dà la possibilità all'utente di creare diverse analisi statistiche e di consultare un motore di ricerca sui tumori semplice e completo.

Conclusioni : In conclusione BT-DB è uno strumento di facile utilizzo che permette di registrare dati anagrafici, cli-nico-terapeutici e diagnostici applicabili sia in ambito clinico che di ricerca. Essendo il software completamente gratuito, noi pensiamo che potrà essere d'aiuto anche in altri centri.

La RM di perfusione con software dedicato nello studio delle neoplasie cerebrali: risultati preliminari. Nel mese di gennaio è stato acquistato nel nostro istituto il software della Olea Medical dedicato allo studio RM di perfusione cerebrale, che abbiamo inserito nel pro-tocollo RM delle neoplasie encefaliche. Nel nostro studio sono inclusi 44 casi di neoplasie cere-brali sia primitive che secondarie pre e post-trattamento chirurgico e radio-chemioterapico.

Lo scopo del nostro lavoro è quello Cura la prostatite valutare quantita-tivamente due importanti parametri di perfusione: il CBV e il K-trans che rappresentano rispettivamente il volume ematico cerebrale regionale in g di tessuto e l'indice di permeabilità capillare.

Un loro incremento è espressione di neoangiogenesi tumorale. Tali valori oltre ad essere di aiuto nella tipizzazione delle neoplasie cerebrali, sono utili anche ai fini del loro trattamento chirurgico e radioterapico.

Emangiopericitoma intracranico: presentazione di un caso e revisione della letteratura. Gagliardo 1S. Regalbuto 1C. Sarno 2F. Cannizzaro 2G. Midiri 1,2. Scopo del lavoro : Presentiamo a un caso di emangio-pericitoma HPC in un paziente emicranico maschio, 49 enne che giunge alla nostra attenzione per l'insorgenza di confusione mentale e emisindrome sentitivo-motoria de-stra.

Saranno inoltre riportati alcuni cenni sulla classifica-zione internazionale di questo raro tumore mesenchimale riccamente vascolarizzato, non tralasciando le possibili diagnosi risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one con altri più comuni espansi di per-tinenza extra-assiale. Materiali e Metodi : Dopo una prima valutazione in PS il paziente è stato sottoposto a esame TC encefalo e tra-sferito nel risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one di neurochirurgia.

In previsione dell'intervento chirurgico il paziente è stato inoltre sotto-posto a studio RM funzionale fMRI e studio angio-TC del circolo intracranico. Risultati : Lo studio TC ha evidenziato una lesione espansiva di verosimile pertinenza extrassiale, in sede fronto-parietale sinistra con caratteristiche eterogenee e margini polilobati, responsabile di marcato effetto massa sulle limitrofe strutture parenchimali e severe alterazioni morfostrutturali osteorarefacenti del contiguo tavolato cra-nico.

Lo studio RM con tecniche convenzionali confermava la natura extra-assiale risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one lesione che si dimostrava es-sere riccamente vascolarizzata con abbondanti fenomeni di neoangiogenesi perilesionali come confermato dallo studio angio TC. Lo studio di perfusione ha inoltre con-fermato tali reperti dimostrando una curva di permeabilità compatibile con lesione riccamente vascolarizzata rCBV ed rCBF ma non dotata di barriera ematoencefalica.

Le caratteristiche neuroradiologiche della lesione hanno fatto porre ipotesi diagnostica di HPC. Lo studio prechirurgico mediante fMRI ha consentito di identificare le aree del lin-guaggio e quelle preposte al movimento di mani, bocca e piedi: tutte notevolmente dislocate e compresse dal grosso espanso intracranico.

Risonanza magnetica multiparametrica prostata a Bologna

Merola 1F. Izzi 2L. Pavone 3G. Grillea 4 M. Bartolo 4F. Calabria 5F. Sebastiano 2C. Colonnese 4,6G. Capobianco 1. Lo scopo di questo lavoro è la definizione di una tecnica innovativa per l'integrazione del contenuto informativo anatomico di un'immagine MR e molecolare-fun-zionale di un'immagine PET, in un'unica immagine fusa.

Ra si è realizzata un'interfaccia software di semplice utilizzo che consente di eseguire l'in-tera elaborazione senza necessità di intervento manuale.

Tale elaborazione è articolata in due step: la fase di regi-strazione, che sfrutta l'analisi ellittica di Fourier con cui si riportano i due esami nello stesso spazio 3D, allineandoli in risoluzione e lunghezza, e la fase di fusione in cui si utilizza l'analisi multi-risoluzione.

In particolare, la tec-nica di fusione proposta consiste in una trasformazione Wavelet a due livelli basata sull'estrazione di componenti di approssimazione e dettaglio provenienti dai due dataset e da un'operazione di antitrasformata, con cui si ottiene l'immagine di sintesi delle due modalità.

Risultati : La procedura risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one è automatica e ri-chiede un tempo medio Prostatite s.

L'accuratezza della proce-dura è stata valutata da due neuroradiologi esperti, i quali hanno giudicato soddisfacente l'allineamento nei tre piani, attraverso ispezione visiva della Cura la prostatite dei contorni.

Conclusioni : L'applicazione della tecnica in oggetto agli esami PET e MR consente di investigare l'attività metabo-lica caratterizzante l'anormalità cerebrale e localizzarla in modo accurato a livello anatomico. Tale integrazione multimodale potrà condurre a diagnosi più accurate in neuro-oncologia, malattie neurodegenerative, epilessia, e nella pianificazione e follow-up del trattamento radioterapico.

Analisi future sono orientate all'ottimizzazione della regi-strazione al fine di incrementare ulteriormente la qualità dell'immagine fusa prostatite. Con questa procedura, è possibile rilevare il cancro nella fase iniziale, mentre altri metodi di ricerca non risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one risposte accurate. La ricostruzione multidimensionale e multidimensionale dell'immagine elimina l'interpretazione errata.

MRI dinamica della prostata tecnica funziona bene in concomitanza con una biopsia, poiché consente di identificare le zone più aggressive. Conoscendo la posizione del Prostatite, il medico esegue una biopsia puntuale, mentre senza tali informazioni, vengono eseguite più punture in punti diversi a caso.

La risonanza magnetica della prostata crea un modello computerizzato visivo dell'anatomia dell'organo, che consente di risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one il volume, la struttura e la posizione di tutti i cambiamenti patologici nella ghiandola, nonché il grado di coinvolgimento nella diffusione della malattia dei tessuti vicini.

Questa è una tecnologia innocua e altamente informativa della medicina moderna. Si differenzia dalla TC in termini di sicurezza e da risultati più accurati. L'uso della risonanza magnetica fornisce un'elevata precisione e consente di identificare le seguenti malattie:.

Risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one corpo studiato è piccolo e MRI dinamica della prostata nel corpo abbastanza in profondità. A questo proposito, per la diagnosi qualitativa non bastano effetti magnetici Cura la prostatite. In prostatite caso, inoltre nominato:.

L'imaging a risonanza magnetica, inclusa la prostata, ha un'alta precisione dei risultati, superiore a quella di altri metodi diagnostici. Oltre a questo vantaggio, a differenza della tomografia computerizzata della ghiandola prostatica, non espone il paziente agli effetti nocivi dei raggi X.

Le eccezioni sono le persone che hanno controindicazioni per la risonanza magnetica. Per loro viene fornita una scansione TC della ghiandola prostatica. La risonanza magnetica è un dispositivo complesso costituito da un tavolo scorrevole risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one un tunnel cilindrico MRI dinamica della prostata da un magnete.

Per i pazienti con claustrofobia o con peso superiore a kg, sono forniti modelli di dispositivi con pareti laterali aperte. La sostanza iniettata viene immediatamente distribuita risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one sangue agli organi interni, raggiungendo la prostata e i tumori. Sullo schermo del computer, i confini della prostata e delle neoplasie sono chiaramente visibili.

Fiacca 1G. Guercini impotenzaG. Alagia 1S. Fiorucci 2M. Hamam 1R. Pantaleoni 1. Scopo Prostatite lavoro : La vertebroplastica è considerato un valido metodo di trattamento sia per i crolli somatici su base osteoporotica che, in alcuni casi, su fratture trauma-tiche.

Riportiamo la nostra esperienza nel trattamento percutaneo delle fratture vertebrali con l'utilizzo di ce-menti bioattivi, che hanno proprietà osteointegrative ed osteoconduttive. Materiali e Metodi : Riportiamo 30 casi di soggetti gio-vani età media 45 anniseguiti dal al I pazienti presentavano dolore localizzato alla vertebra fratturata.

Sono stati utilizzati i tre tipi di cemento biocompatibile e osteoconduttivo. Risultati : Tutte le procedure hanno portato ad una netta riduzione del dolore nell'arco di ore. Impotenza risultati sono stati stabili nel tempo con controlli longitudinali oltre che clinici con RX o TC mirata.

L'utilizzo del calcio trifosfato il primo cemento bioattivo ed osteoconduttivo usato da noiha confermato la sua pro-vata efficaci, tuttavia presenta alcuni inconvenienti tempo di utilizzo del cemento molto ridotto, scarsa radiopacità, la necessità di lasciare il paziente nel tavolo radiologico per circa 30 minuti, prima di muoverlo, e l'immobilità per 24 ore a letto.

Nonostante impotenza limiti, per le fratture insta-bili dei risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one vertebrali, è insostituibile.

Abbiamo dimostrato che PMMA-HA ha caratteristiche di grande maneggevolezza, molto radiopaco, e tempo di utilizzo ottimo. L'idrossiapatite è chimicamente e strut-turalmente simile alla componente minerale dell'osso, è stato ampiamente studiato, ed è stato già utilizzato per le protesi ortopediche.

Ha buone proprietà osteointegrative, minore esotermia, eccellenti caratteristiche strutturali di resistenza.

Il grande vantaggio dell'utilizzo del PMMA-calcio sol-fato-SrHA è quello di indurre una risposta osteoinduttiva, facilitando la formazione di nuovo osso. Conclusioni : L'utilizzo del cemento bioativo è da prefe-rire nei giovani adulti. Il calcio trifosfato si è dimostrato valido ma non di facile maneggevolezza. L'utilizzo del cemento biocompatibile, come PMMA-HA e Risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one solfato-SrHA con bario solfato è da preferire in pz con età compresa tra 30 e 50 anni per la maneggevolezza netta-mente superiore, la buona consistenza e radiopacità con con il secondo da preferire in soggetti più giovani per le caratteristiche sia osteoconduttive che osteoinduttive.

Una complicanza rara ma possibile dell'ozonoterpia: un caso di spondilodiscite piogena. Conforti 1O. Vargas 1C. Rossi 1F. Rinaldi 2M. Barbarisi 1A. Scuotto 1S.

Cirillo 1. Scopo del lavoro : Identificazione e valutazione di spon-dilodiscite piogena post-ozonoterapia per ernia discale lombare. Materiali e Metodi : Un uomo, di 65 aa, giunge alla no-stra osservazione per un improvviso ed invalidante do-lore lombare con parestesie ad entrambi gli arti inferiori e difficoltà a deambulare. Il paziente presentava febbre e riportava in anamnesi una storia di diabete mellito e disli-pidemia. Circa 30 gg prima aveva praticato ozonoterapia per ernia discale L4-L5.

L'emocoltura era negativa. Non vi era aumento dei markers tumorali e la TC total body non evidenziava alcun processo espansivo o lesione metastatica. La scintigrafia ossea mostrava aumen-tata captazione del radiotracciante nella regione L4-L5, in accordo all' esame TC lombosacrale che faceva notare una riduzione in altezza dei corpi vertebrali L3 e preva-lentemente L4 ed L5 con una notevole stenosi del canale.

Il successivo esame RM con mdc per venam mostrava i caratteristici reperti di spondilodiscite con risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one epidurale dello spazio intersomatico L4-L5 ed un tessuto solido flemmonoso anteriormente al midollo spinale da L4 ad S1. Alla luce dei dati clinico-strumenatli venne ini-ziata una terapia antibiotica ad ampio spettro con mg 2 volte die di ciprofloxacina ed mg una volta die di teicoplanina.

Le emocolture rimanevano sempre negative, cosi come l'agobiopsia vertebrale, che non ha permesso di isolare alcun germe. Risultati : Evidenza di risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one piogena postozono terapia per ernia discale lombare in soggetto adulto con storia di diabete mellito e dislipidemia. Conclusioni : La spondilodiscite dopo ozonoterapia per ernia discale è una complicanza abbastanza rara.

Il mecca-nismo fisiopatologico appare essere la contaminazione del letto chirurgico, del tavolo operatorio o della miscela di gas risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one cortisonici utilizzata, attraverso, ad esempio, i batteri che normalmente vivono risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one strutture cutanee, musco-lari ed epidurali corrispondenti allo spazio intersomatico interessato.

Questi agenti patogeni, infatti, si fanno strada lungo il percorso degli aghi e poi grazie Prostatite all'iniezione di gas ben si distribuiscono a livello del disco intersoma-tico e delle limitanti di corpi vertebrali giustapposte. Per questi motivi consigliamo una terapia antibiotica profilat-tica prima dell'ozonoterapia soprattutto nelle persone a rischio di riduzione delle difese immunitarie.

Semeiotica neuroradiologica e possibili diagnosi differenziali di un raro caso di mielolipoma presacrale. Scopo del lavoro : Presentiamo il caso di una paziente anziana 74 aa con tipica sintomatologia da artrosi e di-scopatia lombo-sacrale rigidità e dolore alla regione lom-bare con tipica irradiazione ai glutei ed alla superficie po-steriore di entrambi gli arti inferiori, con associata sensa-zione di intorpidimento e segni di radicolopatia L4-L5-S1 all'esame obiettivo neurologico, che si presenta alla nostra attenzione per eseguire un esame RM del rachide lombo-sacrale.

È stata inoltre effettuata un'integrazione RM dopo risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one di mdc paramagnetico ev con sequenze con soppressione del segnale proveniente dal grasso secondo piani assiali, sagittali e coronali.

Per un'ottimale valuta-zione delle strutture ossee la paziente è stata in seguito sottoposta ad esame TC mirato in tecnica spirale GE BrightSpeed Risultati : L'indagine RM ha evidenziato, oltre un quadro di spondilo-disco-artrosi e segni di lieve rotoscoliosi, la pre-senza di una massa presacrale extraperitoneale, a margini netti.

La somministrazione di mdc paramagnetico ev evi-denziava un minimo enhancement risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one a carico delle formazioni nodulari solide intralesionali non del tutto soppresse in FAT-SAT e STIR. Conclusioni : La caratteristica semeiotica neuroradio-logica della lesione ha fatto porre l'ipotesi diagnostica di una rara localizzazione extrasurrenalica di mielolipoma tumore benigno contenente tessuto adiposo maturo e cellule del sistema ematopoietico, generalmente localizzato in corrispondenza delle ghiandole surrenaliche.

Ipotesi successivamente confermata all'analisi anatomo-patolo-gica impotenza lesione che è stata asportata in considerazione della possibile insorgenza di complicanze emorragiche non infrequenti nelle localizzazioni tipiche surrenaliche ma ad oggi mai documentate nel caso di localizzazioni pre-sacrali.

Saranno brevemente discusse le possibili lesioni a localizzazione presacrale e sviluppo extraperitoneale che possono entrare in diagnosi differenziale liposarcomi, cor-domi sacrococcigei, teratomi, meningoceli sacrali anteriori e schwannomi pelvici. Utilità dell'inclusione dei primi due metameri cervicali nello studio TC volumetrico dell'encefalo in pazienti di età superiore ai 65 anni con trauma cranico minore. Politi 1P. Reganati 1P. Rigamonti 3R. Bisogno 3M. Bandirali 3M. Cariati 2C.

Uggetti 1. Scopo del lavoro : Obiettivo primario: incidenza di re-perti traumatici non attesi della giunzione cranio-cervicale e dei primi due metameri cervicali in esami TC encefalo eseguiti per trauma cranico minore in Pazienti con età su-periore ai 65 anni. Materiali e Metodi : Dal novembre al febbraio 28 mesi sono state analizzate retrospettivamente TC encefalo eseguite per trauma cranico minore in Pazienti con età superiore ai 65 anni, con acquisizioni volumetriche TC 16 o strati dalla base di C2 alla volta cranica.

Sono stati valutati l'incidenza di reperti post-traumatici della giunzione cranio-cervicale e dei primi due metameri cervicali, la tipologia di trauma prostatite l'eventuale modificazione dell'iter terapeutico del Paziente.

Risultati : In Pazienti di età superiore ai 65 anni età minima 65, massimamedia 80,49sottoposti a TC encefalo per trauma cranico minore, sono stati ri-scontrati reperti traumatici cervicali in 26 casi incidenza 1. La tipologia di traumi responsabili di fratture è stato sempre frontale, del massiccio facciale od occipitale.

Conclusioni : L'inclusione dei primi due metameri cervi-cali nello studio TC volumetrico dell'encefalo nei Pazienti di età superiore ai 65 anni con trauma cranico minore è di grande utilità nel riscontrare alterazioni post-traumatiche cervicali, spesso pauci- od asintomatiche, mal valutabili con la radiologia tradizionale ed altrimenti misconosciute. Esse vanno sempre ricercate nei traumi minori frontali, del massiccio ed occipitali, anche se non sospettate risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one.

L'utilizzo di tale protocollo TC, a fronte di un modesto aumento della dose, ha consentito di modificare positivamente l'iter terapeutico, evitando conseguenze cli-niche potenzialmente gravi. Rosati 1L.

Regnicolo 2F. Sessa 2C. Potente 2N. Herber 2M.

Disagio del cavallo pasta

Ghoushi 2F. Logullo 3P. Di Bella 3G. Polonara 2. Riportiamo due tipici casi di HD. Materiali e Metodi : 2 pazienti con sospetto clinico di malattia di Hirayama sono stati sottoposti a studio RM del rachide cervicale, in posizione neutra ed in flessione. Il primo, uomo di 35 anni con storia clinica caratterizzata da progressiva atrofia muscolare e debolezza della mano e dell'avambraccio di sinistra, prostatite peggiorava con l'acqua fredda.

L'esame neurologico evidenziava marcata atrofia della mano sinistra e dei muscoli dell'avambraccio. L'elettromiografia di entrambi gli arti superiori mostrava alterazioni neuropatiche croniche sui miotomi C7, C8 e D1 a sinistra ed alterazioni di media gravità a dx. Il secondo, uomo di 49 anni con risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one clinica esordita 7 anni prima con progressiva, lenta atrofia muscolare e debolezza delle mani e degli avambracci, prevalentemente a destra; pre cedentemente sottoposto a un trattamento chirurgico per ernia discale cervicale senza beneficio.

L'esame neurologico aveva evidenziato marcata e asimmetrica atrofia dei muscoli della mano e grave atrofia dei muscoli dell'avambraccio di destra. L'elettromiografia di entrambi prostatite arti superiori mostrava alterazioni neuropatiche croniche sui miotomi C7, C8 e D1 più gravi risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one dx.

Conclusioni : La malattia di Hirayama è una malattia rara che dovrebbe essere considerata nella diagnosi differenziale di amiotrofie mono o bilaterali risonanza magnetica multiparametrica prostata refer to one Cura la prostatite superiori per evitare errori diagnostici.

La RM cervicale gioca un ruolo centrale in questa diagnosi. Una possibile opzione per il trattamento sintomatico di tumore a cellule giganti vertebrale: la vertebroplastica percutanea.

Della Gatta 1A. Negro 1V. D'Agostino 2L. De Bellis 2G. Mirone 3A. Merola 4G. La Tessa 2G. Sirabella 2. Scopo : Valutare il trattamento di vertebroplastica per-cutanea VPP in un caso di tumore osteoclastico a cellule giganti GCT complicato della colonna vertebrale.